Ispirazione Cannavacciuolo

Ispirazione Cannavacciuolo

Ispirazione Cannavacciuolo

Sta catallizzando la mia attenzione dalla fine del mese scorso, quando è partita la terza serie di "Cucine da incubo"; avevo guardato anche le passate edizioni , ma di quest'ultima sto notando tanti particolari sulle ricette , che prima non mi erano saltati all'occhio. E' una serie tv che penso non abbia nulla da invidiare a quella targata UK o US , perchè ne emerge propio l'italianità , l'unicità che ci distingue nel mondo e l'artefice di questo "imprinting" è senza dubbio lo chef  Antonino Cannavacciuolo.
Sarà la taglia 3xl o quelle pacche che ti raddrizzano al momento anche le vertebre più indisciplinate , ma traspare subito che questo pluristellato chef  la puzza sotto il naso non ce l'ha , ma riesce a rinnovare anche le cucine più incrostate sia dal cibo stantio che dalla supponenza.. La ricette che propone in "Cucine da incubo" si basano su ingredienti semplici e poco costosi , piatti di facile esecuzione , ma "con l'amore nel piatto" , come dice lui : è questo che mi ha catturata del suo modus operandi .  Mai coprire i gusti , ma esaltarli , rispettare gli ingredienti per far risaltare i sapori e gli odori : sono frasi che ripete spesso quando presenta i suoi piatti e che te li fanno assaporare ancor prima di assaggiarli. Propio guardando un nido di spaghetti proposto in una puntata , ho avuto l'ispirazione per questo piatto : niente di nuovo sotto il sole , intendiamoci , ma con tanto amore e gusto nel piatto! Grazie chef , spero un giorno di poter abbandonare il mio palato alle tue dolci attenzioni, ma nel frattempo continua a ispirarmi con il tuo talento e la tua filosofia di vita!

Nido di spaghetti con pomodorini Pachino

 su fonduta di pecorino e basilico

Ingredienti
per due persone

150 gr di spaghetti
150 gr di pomodorini Pachino
30 gr di pecorino toscano semistagionato
1 spicchio d'aglio
7 foglioline di basilico fresco
sale e pepe q.b
olio evo

-Lava i pomodorini e tuffali per pochi secondi in acqua bollente , spellali e tagliali in quattro.
-Cuoci la pasta in acqua bollente salata. Nel frattempo in una larga padella soffriggi lo spicchio d'aglio in tre cucchiaio di olio evo e fai saltare i pomodorini per pochi min , regola di sale e di pepe.
-Grattugia il pecorino (circa 5 cucchiai) e frullalo con il basilico e con tre o quattro cucchiai di acqua di cottura della pasta , per ottenere una salsa non troppo densa.
-Scola la pasta e falla saltare nella padella coi pomodorini e togli l'aglio.
-Assembla il piatto : metti alla base la fonduta di pecorino , gli spaghetti a nido (aiutati con un forchettone e un mestolo) e i pomodorini.
-Servi caldo e.. buon appetito!

 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.