Vigilia di Ferragosto con vista..

Le vigilie mi sono sempre piaciute, perchè cariche di attese per la festa che sta per venire e, un po' come "Il sabato del villaggio" di Leopardi, quasi le preferisco al vero e propio giorno di festa, che può in effetti tradire le aspettative. Quindi la vigilia me la godo propio e per me è l'occasione per preparare qualcosa di buono in cucina e iniziare già da subito a festeggiare.Quest'anno in particolare la cena si è aperta con un freschissimo aperitivo che insolitamente ha sorseggiato anche Gabriele, che in genere non ama i cocktails; due belle porzioni di spaghetti alle vongole ci hanno saziato e deliziato assai. Tutto perfetto insomma, anche perchè non capita tutti i giorni di cenare con una vista così, oserei dire che è un privilegio che davvero in pochi possono vantare.. Ristorantino vista mare letteralmente pieds dans l'eau? No, troppo scontato. Baita ad alta quota con chef stellato incorporato? No, niente stanze per la notte e chi ha voglia di scendere a valle dopo cena! Città d'arte, allora? Ebbene sì, propio quella che tutto il mondo ci invidia: Roma, caput mundi, meravigliosa e fiera nella sua decadenza, come non amarla? Sì, cena con vista su Roma, meglio di così ..ops, dimenticavo due piccole lettere..AS.. Va bene, scopro le carte: vigilia di Ferragosto a casa a guardare in tv la presentazione della Roma calcio e la successiva partita, che, a giudicare dalle urla di giubilo che provengono dal divano, si sta mettendo bene per i padroni di casa. Eh già, il regime democratico in questa casa è considerato obsoleto, siamo ritornati alla monarchia assoluta, decisamente più chic! E allora, da vera e incontrastata regina, mi ritiro nei miei appartamenti, dove mi dedicherò alla preparazione di un bel gelato alla crema e merighe ai lamponi da gustare l'indomani.. Sarà sicuramente un bellissimo Ferragosto da passare in compagnia delle persone che amiamo davanti ad una bella griglia di brace profumata, perchè di fronte agli affetti non c'è mare o montagna che tenga.. Quest'anno le attese della festa non verrano sicuramente disilluse, anche perchè, dopo una vigilia così, ce ne vuole davvero…

 

Spaghetti alle vongole

Ingredienti per due persone

130 gr di spaghetti

500 gr di vongole veraci con guscio*

1/2 bicchiere di prosecco o vino bianco

1 spicchio d'aglio

1 manciata di prezzemolo fresco

3 cucchiai di passata di pomodoro (facoltativo)

sale e pepe q.b

peperoncino a piacere

  • Spurga le vongole mettendole in una ciotola con abbondante acqua fredda per almeno due ore, cambiando spesso l'acqua.
  • Metti sul fuoco una pentola d'acqua e quando bolle sala e butta gli spaghetti.
  • Nel frattempo trita il prezzemolo con lo spicchio d'aglio.
  • Scola le vongole dall'acqua di spurgo e ponile in una larga padella coperta a fuoco alto. Quando si saranno aperte, bagna con del prosecco o con del vino bianco, fai evaporare, aggiungi il trito di aglio e prezzemolo e il peperoncino secondo il tuo gusto. Fai restrigere per un paio di minuti. Aggiungi i tre cucchiai di passata di pomodoro e regola di sale e pepe.
  • Scola gli spaghetti e fai saltare nella padella con le vongole. Se dovessero essere troppo asciutti, aggiungi un filo d'olio extravergine di oliva. Dividi nei piatti e servi subito.

*Con questa quantità di vongole si possono saziare anche quattro persone.

 

 

 

 

 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.