Il pranzo di Natale

2015-12-25 12.52.51Natale può essere considerato come il giorno dei giorni per la cucina  per tutto quello che ruota attorno a lei, è come una febbre che sale e che ti assorbe tutte le energie. Tutto viene pianificato anche parecchie settimane prima, fin nei minimi dettagli per una festa che ogni anno riesce ad essere sempre uguale e diversa allo stesso tempo. Natale racchiude in sè i ricordi dell'infanzia e l'attesa del futuro e tutto si concentra attorno ad una tavola imbandita: l'apparecchiatura si arricchisce di centrotavola e segnaposti, riuscendo a trasformare anche l'ambiente intorno e, oserei dire, anche la sostanza e il gusto del cibo che viene consumato. Senza nulla togliere al valore di una cuoca, penso che a tavola l'apparenza conti davvero parecchio e sostengo che una tavola ben curata può far passare in secondo piano una pietanza non perfettamente riuscita. Chi sa apprezzare i dettagli capisce quanto lavoro e quanta cura ci sia dietro tutto questo, tanto lavoro per un solo giorno che passa troppo in fretta, tante piccole cose che insieme fanno la differenza e che ti fanno sentire amata e desiderata. Le mamme sono maestre in questo  e io spero di avere anche solo un briciolo della cura e della passione che la mia mamma mette in tutte le occasioni in cui riesce a riunirci tutti insieme. Oggi Anna si è davvero superata, cambiando la mise en place e rendendola più a misura di bambino senza toglierle l'importanza che merita in una tavola natalizia. Un tovagliolo come sottopiatto, quasi fosse un servizio all'americana, calici meno lavorati, dalla linea più pulita, insomma una tavola che è stata arricchita togliendo qualcosa e riuscirci è davvero un'arte. Al buffet degli antipasti non mancava nulla e il cocktail di gamberi era favoloso, le lasagne si sono rivelate come sempre all'altezza della situazione e l'oca di Natale è stato un vero trionfo, facendomi chiudere onorevolmente uno dei pochi progetti che sono riuscita a portare a termine. Tutto questo è stato realizzato da Anna senza l'aiuto di nessuno, dal momento che Maurilio ha deciso di ammalarsi giusto ieri e oggi non ha potuto essere nella sua forma migliore. E' stato un Natale bellissimo, il primo di Francesco, grazie mamma per avercelo regalato e grazie a tutte le mamme che come la mia hanno dato tanto, soprattutto in termini di fatica, in questa giornata!2015-12-25 12.53.13

2015-12-25 13.07.43 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.