Piccolo è meglio

Piccolo è meglio

2016-01-03 11.46.54Chi non ha mai sognato almeno una volta di prendere parte ai luculliani banchetti della corte di Francia, la più raffinata d'Europa, ai tempi del Re Sole o di Luigi XV e della sua Pompadour?  Vere e proprie sculture di cibo che imbandiscono fastose tavole all'interno di enormi saloni, tutto tende all'esagerazione, dal cibo all'altezza dei tacchi e delle parrucche, tanto che, coì si dice, all'epoca di Maria Antonietta le porte della reggia di Versailles hanno dovuto subire una revisione per permettere alle gentili signore di passarvi attraverso, senza rimanervi impigliate con le loro acconciature. La moda era esageratamente esagerata e la cucina, di conseguenza, doveva in tutto e per tutto stupire. Il fasto dei banchetti è continuato, sebbene in maniera meno accentuata, finchè verso la metà dell'ottocento è iniziato a circolare un servizio più sobrio, più a misura d'uomo insomma, detto alla russa, consacrato poi in piena Belle Epoque da quel genio di Escoffier nel ristorante dell'albergo Ritz di Parigi. Tutta questa prosopopea quindi per dire cosa? Semplice, che siamo fortunati, perchè oggi è la monoporzione ad essere chic, è il finger, il mignon che fa tendenza, insomma è la rivincita dei piccoli: mai come adesso infatti sono tornati in auge muffin, cupcakes e macarons, come simbolo di perfezione culinaria, astuta tecnica di seduzione in un tête à tête o per una colazione decisamente romantica. Visto che siamo nel mese degli innamorati e da stasera inizia ufficialmente il week-end, perchè non cimentarsi? Ti serve un semplice stampo da muffin, scomporre l'impasto di una torta in quindici o sedici porzioni e munirsi di una sac à poche per decorare il tutto con una crema al formaggio, un tocco alcoolico se vuoi e il gioco è fatto. Il risultato? Che fra le mura di casa si sta meglio che in albergo! E quando ti diranno che le dimensioni contano..saprai come rispondere!wink

Mini black forrest a modo mio2016-01-04 14.07.02

Ingredienti per 16 tortine

3 uova intere

2 albumi

100 gr zucchero semolato

75 gr farina 00

20 gr cacao amaro

1 pizzico di sale

30 ml di Alchermes

Per la crema

250 gr di mascarpone

4 cucchiai di zucchero a velo

16 amarene sciroppate

  • Accendi il forno a 180° in modilità statico.
  • Monta con le fruste elettriche le uova, gli albumi e lo zucchero semolato, fino ad ottenere un composto spumoso (almeno 10 min). Con l'aiuto di un setaccio aggiungi a poco a poco la farina e il cacao, mescolando con una spatola dal basso verso l'alto, completa con un pizzico di sale e versa l'impasto in una teglia da muffin, riempiendo gli stampini per i 3/4 della loro capacità. Inforna per 15 min.
  • Nel frattempo prepara la crema mescolando il mascarpone allo zucchero a velo, metti il tutto in una sac à poche con la bocchetta a stella e tieni da parte.
  • Sforna le tortine, fai intiepidire, tagliale a metà e spennellane l'interno con l'Alchermes. Rifinisci con la crema al mascarpone sia all'interno che sopra le tortine. Decora con un'amarena sciroppata sopra ogni dolcetto.

 

 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.