Il pescato

Il pescato

2016-02-019Quando hai la passione per la cucina e da 9 mesi ormai ti sei lanciata nello straordinario universo dei foodbloggers di tutto il mondo, pensi che tuo marito ormai abbia compreso e assimilato il concetto. Pensavi, semmai, perchè quando torna a casa da Ancona e ti dice -" Sai, avevo la possibilità di portare a casa un kg di cannocchie fresche appena pescate, ma poi ho pensato che tanto nessuno le sapeva cucinare, anzi, sarebbe stato un impiccio per te."- allora ti rendi conto che forse, con tutta probabilità, il concetto non è passato nella mente super-razional-pragmatica dell'homo sapiens sapiens che ti sei sposata. Devo dire però che non ho gettato la spugna, ma ho insistito, sottolineando giorno dopo giorno il grave errore che aveva commesso e siccome repetita iuvant, il ragazzo alla fine è stato promosso. L'altro giorno infatti è tornato sempre da Ancona e lo aspettavamo tutti (io e i miei) con la sua cassetta di pescato del giorno. Sì, sono bastati mezzo chilo di cannocchie, mezzo di mazzancolle, seppie e una coda di rospo dalla bocca larghissima a farmi capitolare e a perdonarlo finalmente! Quando hai a che fare con il pesce appena pescato, ti basta uno uno sguardo per capire che è a milioni di anni luce da quello che si trova qui sui banchi delle pescherie e vedere queste grosse cannocchie muoversi come tanti  millepiedi non ha prezzo. Siccome dopo l'incendio di casa siamo ancora ospiti da Anna e Maurilio, eravamo curiosi, io e Gabriele, di assaggiare la pasta con le nocchie, tanto decantata da mio papà. E allora ecco Maurilio mettersi il suo grembiule da chef (rispolverato dopo mesi di astinenza) e armarsi di un paio di forbicine con il solo obiettivo di spogliare questi ruvidi crostacei del loro carapace, ma le loro morbide carni si sono rivelate più pudiche del previsto, resistendo strenuamente ale fredde lame che le volevano separare dalla loro ruvida scorza: inconvenienti del super fresco! Quindi cambio di programma: le facciamo bollite, sentenzia Maurilio. La cosa all'inizio mi ha fatto un po' storcere il naso, in verità, perchè a me il pesce bollito non attira per niente; ebbene mi sono dovuta ricredere, perchè un piatto così è da ultimo dell'anno in un ristorante super stellato! La cosa più difficile di questa ricetta super facile e gustosa? Trovare cannocchie vive appena pescate!

Cannocchie bollite

Ingredienti per 4 persone2016-02-19 19.52.46

20 cannocchie

1 limone

6 cucchiai di olio extravergine di oliva

 sale q.b

1 ciuffo di prezzemolo

  • Prepara un'emulsione, miscelando in una ciotola l'olio, il succo di mezzo limone, il sale e il prezzemolo tritato.
  • Metti a bollire una pentola d'acqua con il succo di mezzo limone e quando bolle, butta le cannocchie: bastano due minuti dalla ripresa del bollore. Scolale e togli la testa e il carapace superiore. Disponile su un piatto e bagna con l'emulsione preparata. Servi subito.

 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.