Il gusto dell’autunno

Il gusto dell’autunno

Il gusto dell’autunno

Una domenica così me la sognavo da settimane: aprire le finestre e scoprire che i bachi della foschia avevano lavorato instancabilmente tutta la notte per creare una meravigliosa lanugine che ora sembra avvolgere e ovattare tutta la campagna in una bianca ed impalpabile ragnatela. Poi un quarto di zucca dell'orto, verde, rugosa e appena tagliata, cotta in forno, con tanti semi che sono diventati quasi senza peso, croccanti come le arachidi e meglio dei pop corn. Una torta riposa silenziosa nel forno spento, mentre mi arrampico sulla sedia della cucina ad afferrare la padella bucata per cuocere le castagne sul fuoco ed inaugurare così la stagione dei colori e dei profumi dell'autunno. La casa stamattina è già tiepida, merito del camino che la sera prima ha iniziato a darci un assaggio del suo fascino, che si rinnova puntualmente ad ogni ottobre. Il risveglio è lento, tipico di una domenica mattina, ma oggi è anche pieno di fermento, almeno da parte mia e di Francesco,  che riempie la casa con i suoi gridolini di festa. Infatti oggi è proprio festa, è domenica e siamo insieme tutti e tre,  perché il papà ieri sera è tornato a casa e oggi ce lo coccoliamo un po', quindi, dopo colazione, mentre Francesco lo intrattiene con i suoi giochi, io preparo il pranzo. Oggi voglio proprio calarmi nel mood autunnale e quindi decido per un primo con gnocchi alla zucca e speck, che faranno da piatto forte e quasi unico, a cui seguiranno le castagne arrostite, per chiudere con una fetta di torta cioccolato e pere. Ad essere sincera gli gnocchi alla zucca non mi sono mai venuti e anche stavolta, mentre aggiungo la farina alla polpa arancione sulla spianatoia, so di rischiare lo stesso risultato di sempre. Poi un 'illuminazione: una sac a poche, un paio di forbici sopra ad una pentola che bolle e un piatto meraviglioso, colorato e pieno del gusto che volevo davvero: quello dell'autunno, dei colori e della nebbia, dei focolari di una volta con tutta la famiglia intorno. Oggi è una domenica meravigliosa, che mi sta scaldando il cuore e già parliamo di Natale,  perché albero e presepe andranno studiati con un'attenzione particolare,  dal momento che Francesco ormai percorre la casa in lungo e in largo, apre qualsiasi sportello o cassetto che non sia bloccato da almeno trenta  cm di scotch. Oggi è la domenica di una famiglia normale, come tante, fatta di piccole abitudini, delle partite dopo pranzo e della messa nel pomeriggio; non ci serve molto per stare, solo tanta normalità.. e tutto questo è davvero una gran fortuna..

Gnocchetti zucca e speck 20161023_130403

Ingredienti per tre persone

500 gr di polpa di zucca cotta al forno

200 gr di farina 

Noce moscata q.b

2 prese di sale

50 gr di burro

40 gr di speck a fette (circa 5 fette )

3 foglioline di salvia 

Sale e pepe q.b.

3 cucchiai di Grana Padano grattugiato al momento

  • In una ciotola passa la polpa della zucca allo schiacciapate e aggiungi la farina, la nocemoscata e il sale. Trasferisci il composto in una sac à poche.
  • Metti una pentola d'acqua sul fuoco e attendi il bollore.
  • Nel frattempo taglia lo speck a striscioline e fai fondere lentamente il burro in una larga padella insieme alle foglie di salvia.
  • Quando l'acqua bolle, sala e inizia a formare i gnocchetti facendoli cadere direttamente dalla sac à poche e tagliandoli con delle forbici prima che cadano in pentola. Appena salgono a galla trasferiscili nella padella con il burro e aggiungi lo speck. Quest'ultima operazione va effettuata a più riprese.
  • Salta gli gnocchi e fai mantecare aggiungendo sale e una spolverata di pepe, ultima con il Grana Padano.

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.