Senape rossa e fiori d’arancio

Mese: aprile 2017

Senape rossa e fiori d’arancio

Senape rossa e fiori d’arancio

Gli steccati di legno che conducono all'Orto e al giardino oggi sono aperti, io e Francesco siamo fra i primi a percorrere il vialetto che ci porta dritti al centro del frutteto: sotto un pergolato naturale fatto di foglie e rami di kiwi Erika ha allestito un tavolo, un punto di ristoro dal sole e dal caldo che già dal mattino fanno compagnia  a questa giornata speciale. Erika sorride, felice, ma anche un po' emozionata per questo week end di porte aperte che ha organizzato per dare il benvenuto alla bella stagione e soprattutto ai suoi frutti. Ci pensa Piero, cappello di paglia, occhiali scuri e

Continue Reading

Il treno sbagliato

Il treno sbagliato

Ognuno ha i suoi piccoli riti, durante l'arco della giornata,  che ripetuti giorno dopo giorno,  possono riuscire a dare stabilità ed equilibrio al castello della vita, dandoci l'impressione che sia circondato di mura spesse, forti e sicure: una tazza di caffè bollente al mattino oppure un piccolo cioccolatino scartato e fatto sciogliere lentamente fra la lingua e il palato per un dolce bacio della buonanotte. La mia giornata inizia in cucina, quando, ancora prima di aprire le finestre, accendo la radio e subito dopo metto in pressione la macchina del caffè: ascoltare la radio mi libera la mente, la porta lontano, senza vincoli, mentre io resto

Continue Reading

Prosciutto, pecorino e una spada nella roccia

Prosciutto,  pecorino e una spada nella roccia

Ci siamo arrivati ieri pomeriggio,  dopo quasi quattro ore, la strada che dalla pianura di casa diventa morbida collina puntellata dai cipressi,  piccole verdi fiamme guizzanti ad incorniciare un casale di mattoni, di quelli che vedi nei film americani, di quelli che continui a guardare dal finestrino della macchina con la testa all'indietro, fissando lo sguardo su quel puntino che lentamente sparisce dalla vista, per poi imprimersi in maniera indelebile nella memoria. La mia Toscana inizia sempre così, stavolta però dal sedile posteriore dell'auto: seduto accanto a me c'è Francesco, per lui è il secondo viaggio con mamma e papà,  il

Continue Reading

Il potere di un ricordo

Il potere di un ricordo

Se fossi stata una cittadina ateniese di 2500 anni fa, sarei stata educata a ricordare, perché era solo così, tramite il ricordo da parte dei vivi, che si poteva permettere ai morti di continuare a vivere. Sì,  ma poteva essere possibile solo per coloro che avevi conosciuto, e per tutti gli altri ? Il ricordo sarebbe sbiadito nel giro di un paio di generazioni e allora ciao ciao. Quindi, come vivere in eterno sfidando le pieghe della memoria ? Semplice (a seconda dei punti di vista), l'unico mezzo era conquistarsi in vita la gloria eterna, facendo qualcosa di sensazionale! Il

Continue Reading

Inizio d’aprile

Inizio d’aprile

C'è un sottile piacere nell'ascoltare il ritmico tintinnio delle gocce di pioggia che battono sul tetto mentre sei già sotto le lenzuola, ma quando è pioggia d'aprile ne senti anche il profumo, di quell'acqua gentile, e vorresti aprire le finestre per annusare l'aria fresca di terra ed erbe aromatiche e di tutti quei fiori che regalano i loro tesori solo nei giorni e nelle notti d'aprile.  Ieri si è conclusa così la prima giornata del mese più timido dell'anno, che immagino come una giovane ragazza, pelle di luna ed effelidi, che corre sorridente per i prati, con l'unico pensiero di sentirsi viva. Gentile e riservato,

Continue Reading