Non solo per una notte..

Non solo per una notte..

Entra nell'immaginario collettivo in tenera età, quando la fata madrina di Cenerentola la trasforma in una bella carrozza, poi finisce per essere sventrata e intagliata in smorfie mostruose e tutto per il piacere effimero di una notte in cui viene associata a streghe e vampiri; ma la zucca va oltre una semplice fiaba, anzi, è proprio dopo Halloween che riesce a dare il meglio di sé. 

Dal primo di novembre si può dire che per questa stretta parente di meloni e angurie inizi una nuova vita, perché, passata la notte delle streghe, diventa un articolo non più di moda, quindi sui banchi dei supermercati subisce un taglio dei prezzi molto sostenuto ed è un'occasione davvero da non lasciarsi sfuggire.

Che sia di un lucido arancio o di un verde cupo e piena di protuberanze, rotonda o a forma di violino, quello che importa è acquistarla intera e non cedere alla tentazione delle fette già tagliate e pronte all'uso: posso garantire che tagliare una zucca, pulirla da semi e filamenti è un vero antistress, soprattutto in una uggiosa giornata di pioggia come solo novembre può regalare.

I trucchi per sapersi destreggiare fra i banchi dell'ortofrutta sono davvero semplici: soppesate fra le mani la vostra zucca, un po' come fosse una palla da bowling,  più è pesante e compatta, meglio è,  perché significa che la parte della polpa è soda; sceglietela senza ammaccature e conservatela in un luogo fresco; meglio non aspettare troppo prima di tagliarla, si può congelare a quarti, a fette oppure a cubetti già privati della buccia.

Decorativa, versatile e preziosa, così mi piace definire la zucca, che fra le altre cose è anche diuretica, con virtù antinfiammatorie, ricca di antiossidanti e di minerali preziosi. Dicono che i suoi semi abbiano proprietà rilassanti e farli in casa è veramente semplice: pulite i semi dai filamenti, sistemateli su una placca da forno senza accavallarli e cuoceteli a 220 gradi per qualche minuto (assumeranno un colore beige più intenso), poi conservateli in un barattolo di vetro con qualche presa di sale. Vi garantisco che non comprerete più quelli già pronti!😉

 Qui sotto invece una ricetta che scalda mani e stomaco anche nelle sere più fredde, da gustare sul divano, sotto una calda coltre di lana..🍜

Vellutata di porri e zucca

Ingredienti per due persone 

300 gr di polpa di zucca tagliata a dadini

70 gr di porro già montato e tagliato a rondelle

40 gr di burro

800 ml di acqua bollente

100 ml di panna fresca

Sale e pepe q.b

Un pizzico di noce moscata 

100 gr di caprino

Erba cipollina q.b

  • Fai sciogliere il burro in una casseruola, rosola il porro a fiamma media per un paio di minuti, aggiungi quindi la zucca e continua la cottura per due minuti ancora. Regola di sale e pepe e aggiungi l'acqua bollente, copri con un coperchio, abbassa la fiamma al minimo e fai sobbollire per circa 20/25 min.
  • Nel frattempo mescola in una ciotola il caprino con qualche stelo di erba cipollina tagliuzzata con le forbici e tienilo in frigo .
  • Controlla la pentola con i porri e la zucca, aggiungi la panna fresca, alza un pochino la fiamma e cuoci ancora per 5 min. Togli dal fuoco, aggiungi un pizzico di noce oscata e regola di sale e pepe se necessario.
  • Frulla il composto con un mixer ad immersione e ripartiscilo nei piatti. Completa con una cucchiaiata di caprino.

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.