Carpaccio vista mare

Carpaccio vista mare

Aprire il mese di giugno così non me l'aspettavo proprio e invece eccoci qua: un piccolo terrazzo, un tavolo di legno con quattro sedie, il classico divanetto in midollino con le sue due poltrone abbinate, ma soprattutto,  di fronte a me, il mare ! Siamo arrivati domenica, accompagnati dai nonni, a raggiungere Gabriele, che sta lavorando in quel di Civitanova Marche; in riva al mare sono tutti con il naso all'insù a godersi le meravigliose evoluzioni delle frecce tricolori,  che se mettono i brividi dal televisore, figurarsi dal vivo.. La spiaggia è gremita, il sole forte, ma i suoi raggi risentono ancora della gentilezza primaverile, tanti ombrelloni sono ancora chiusi e le montagnole di sabbia a protezione per le mareggiate invernali sono ancora lì a far la guardia.. Potrebbe sembrare una scena di fine estate fatta di ritmi che lentamente scivolano verso il calore dell'autunno, e invece no: il bello deve ancora venire e una lunga estate tutta ancora da scrivere e da colorare! 

Privilegio veramente grande e un po' inaspettato quello di potersi godere il mare prima che tutto sia delirio e confusione; guardare i bagni che vengono tinteggiatura di fresco e i grandi frigo ancora avvolti negli imballaggi che vengono scaricati nei bar. Francesco sgambetta sulla battigia verso il rosso pattino del Salvataggio, che va e viene, cambiando ogni volta equipaggio, perché gli aspiranti bagnini e bagnine devono essere super preparati per l'apertura della stagione vera e propria, di cui il ponte che stiamo vivendo ne è sicuramente la prova generale.

Ieri sono passati esattamente sette anni da quell'abito di organza sfumato di rosa, ci ho ripensato con un po'di nostalgia, mentre io e Gabriele ascoltavano impotenti i capricci nervosi di nostro figlio, preda dell'eruzione degli ultimi molari. Poi finalmente è arrivata la sera e con lei un po'di pace e la cena, tutta a base di pesce, talmente abbondante che ha fatto anche da pranzo e con tutta probabilità non cucinerò nemmeno stasera.  Un assaggio di crostacei crudi, ostriche, fasolari, cappesante, cannolicchi e piccoli granchietti al gratin, poi sauté di cozze e una fritturina tanto leggera da sembrare ipocalorica: tutto dal miglior ristorante di pesce del lungomare. Questi nella foto sono i tre carpacci che ho appena gustato, mentre di fronte si svolgeva una tranquilla regata, o almeno così sembrava.. Con un quaderno e una penna, affiancati dal mio palato, sono diventata una spia gastronomica di tutto rispetto e questa è la ricetta che oggi vi lascio, per un tuffo al sapore di mare in attesa di quello vero !😘

Tre carpacci al mare

Ingredienti per quattro persone 

Carpaccio di spada                                               Carpaccio di branzino

8 fette sottili di pesce spada                               4 filetti di branzino 

1/2 finocchio                                                          8 anacardi tostati

Scorza di arancia q.b                                            8 fettine di mela verde

4 lamponi                                                                semi di papavero

4 mirtilli

                                 Carpaccio di tonno rosso 

                                 8 fettine sottili di tonno rosso

                                50 gr di asparagi di mare

                                 1 porcino

                                 Pan grattato 

                                 Prezzemolo q.b 

 

  • Per il Carpaccio di spada: taglia i finocchi a lamelle sottilissime e condiscile con olio* e sale e metti sui piatti come base, completa con il pesce spada, un pizzico di scorza di arancia e i frutti di bosco. 
  • Per il Carpaccio di branzino: metti i filetti di branzino fra due fogli di pellicola e  battili delicatamente fino ad ottenere una fetta sottile, taglia ogni fetta in due parti e cospargi le con i semi di papavero.  le fettine di mela verde e gli anacardi tostati, sbriciolati o fatti a lamelle, condisci con olio e sale.
  • Per il Carpaccio di tonno rosso: taglia il porcino a fettine e spadellalo con un filo d'olio, prezzemolo e pan grattato e tieni da parte. Spadella con un filo d'olio anche gli asparagi di mare e regola di sale. Metti le fette di tonno sui piatti e completa con asparagi di mare e porcini.

*Olio di semi di mais oppure l'extravergine più delicato che trovi.

 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Animated Social Media Icons by Acurax Wordpress Development Company
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook