Il treno sbagliato

Il treno sbagliato

Ognuno ha i suoi piccoli riti, durante l'arco della giornata,  che ripetuti giorno dopo giorno,  possono riuscire a dare stabilità ed equilibrio al castello della vita, dandoci l'impressione che sia circondato di mura spesse, forti e sicure: una tazza di caffè bollente al mattino oppure un piccolo cioccolatino scartato e fatto sciogliere lentamente fra la lingua e il palato per un dolce bacio della buonanotte. La mia giornata inizia in cucina, quando, ancora prima di aprire le finestre, accendo la radio e subito dopo metto in pressione la macchina del caffè: ascoltare la radio mi libera la mente, la porta lontano, senza vincoli, mentre io resto nella mia cucina a ripetere i gesti di tutti i giorni. Qualche tempo fa una frase si è stampata dentro di me, fra un sorso di cappuccino e un morso al pane e Nutella: 

"Anche un treno sbagliato a volte può portarti nel posto giusto "

E  allora ho pensato ai miei treni sbagliati, perché sono stati più d'uno, presi nella vita e accorgermi, una volta in corsa, che non erano quelli giusti, guardando dal finestrino lo scorrere delle immagini, come occasioni perse che si allontanavano  da me per sempre .  Prima o poi però qualsiasi treno si ferma, in una delle tante stazioni di cui la vita è disseminata oppure al capolinea o ancora,  ci sta, sei senza biglietto e quindi vieni scaraventata giù senza troppi complimenti. 

Scendere, con sollievo o tanta paura addosso, alzare gli occhi e accorgersi che la stazione è proprio quella giusta, per restare o ripartire di nuovo verso orizzonti di speranza.

Ah, se avessi detto, ah, se quella volta fosse andata in maniera diversa! Se stai pensando così,  ti dico, con il mio carnet di biglietti fra le mani, di non disperare, perché c'è sempre una fermata che non aspetta altro se non le suole delle tue scarpe a percorrerla, fosse solo per qualche minuto o per tutta la vita.

Ciambella al limone 

Ingredienti 

100 gr di fecola di patate 

165 gr farina 00

230 gr di burro

Scorza e succo di due limoni

3 cucchiai di latte

4 uova

1/2 bustina di lievito per dolci 

1 pizzico di sale 

  • Accendi il forno a 180 gradi. Imburra e infarina uno stampo da ciambella o da bundt del diametro di 20/22 cm.
  • Monta il burro con lo zucchero, la scorza dei limoni e il pizzico di sale con la planetaria o le fruste elettriche per circa 10 min.
  • Nel frattempo setaccia in una ciotola la fecola, la farina e il lievito.
  • Rompi le uova: tieni da parte i tuorli e monta a neve gli albumi.
  • Spremi i limoni e aggiungi il latte al succo.
  • Aggiungi al composto di burro e zucchero i tuorli uno alla volta, poi alterna qualche cucchiaio dalla ciotola delle farine con il succo e il latte fino ad esaurire gli ingredienti.  Da ultimo unisci gli albumi montati.
  • Versa il composto nello stampo e cuoci per circa 40 min, facendo la prova stecchino prima di sfornare. Una volta cotto, togli il dolce dal forno e sformalo,  facendolo raffreddare su una gratella. 

 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Integration by Acurax Wordpress Developers
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook