Molto fast very food

Mio figlio ha deciso che le braccia della mamma sono meglio di qualsiasi materasso morbidoso  e che la mia ninnananna improvvisata non teme l'assalto di cento carillon messi insieme e siccome è un tipo preciso, si vuole assicurare che tutto vada secondo le sue previsioni e perciò sonnecchia allegramente con un occhio chiuso e uno aperto, controllando di tanto in tanto la situazione intorno a lui. La mamma però ci prova sempre a fare qualche lavoretto in casa, di tanto in tanto, e così, quando tenta di appoggiarlo nella sua carrozzina o sul comodo lettone, lui fa chiaramente capire che non ce n'è: o la mamma o niente! Non che la cosa mi dispiaccia, anzi, ormai mi sono abituata a scrivere post in notturna, sono diventata Speedy Gonzalez sotto la doccia e i sacchi della spazzatura possono aspettare, che tanto c'è ancora posto in garage, ma bisogna pur mangiare, no? Ebbene il pargoletto sembra attirato dalla mamma ai fornelli, infatti non perdo occasione per chiaccherare in cucina con lui, che dalla sua sdraietta ascolta i miei discorsi (e sembrerebbe davvero interessato) e segue i miei movimenti, mentre gli parlo di cavoli, verze e acciughe. Senonchè la sua autonomia è limitata, non posso lasciarmi andare troppo in lunghe dissertazione e allora ho deciso per il fast food: no, non intendo hamburger e patatine, non perchè non mi piacciano, ma non sono abbastanza fast per le mie esigenze. E allora, che fare? La risposta è ancora una volta nel grande sapere semplice contadino: ossia materia prima ottima, lavorata quel poco che basta unita ad un riciclo perfetto degli avanzi. Il piatto vincente di questa sera è stato il cavolo nero saltato in padella con aglio e acciughe su cui ho spezzettato il biancostato lessato del brodo di ieri. Un concentrato di sapori e salute gustato sul divano a gambe incrociate (lo so che non si fa!), buono anche freddo, visto che Francesco ha dato segni di insofferenza propio mentre finivo di impiattare.Dieci minuti di preparazione e altrettanti per mangiare e poi.. l'aquilotto si è accorto di essere stato fregato, non sa che, in quei venti minuti , la mamma gli ha fatto il latte più buono del mondo!

 

Insalata di cavolo nero e biancostato

Ingredienti per 1 persona affamata2016-01-08 20.33.40

7 foglie di cavolo nero

150 di biancostato lessato*

sale e pepe q.b

1 spicchio di aglio

1 acciuga sott'olio

2 cucchiai di olio evo

  • Pulisci il cavolo, eliminando la costa centrale e spezzetta la parte spugnosa della foglia con le dita.
  • Trita al coltello lo spicchio d'aglio e l'acciuga e fai soffriggere in una padella con tre cucchiai di olio evo. Aggiungi il cavolo nero e fai saltare a fiamma alta per 3/4 min, aggiungendo un goccio di acqua se necessario, assaggia e nel caso regola con sale e pepe. Impiatta e tieni da parte.
  • Nella stessa padella spezzetta il biancostato e riscaldalo leggermente per un paio di minuti, quindi disponilo sopra il cavolo. Rifinisci con un pizzico di sale sulla carne.

*oppure puoi utilizzare qualsiasi altro taglio di carne lessata

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Animated Social Media Icons by Acurax Wordpress Development Company
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook