Nuova vita alle uova di Pasqua

Tag:, ,

Nuova vita alle uova di Pasqua

Nuova vita alle uova di Pasqua

Gli avanzi dell'uovo di Pasqua, un sacchetto di mix di frutta disidratata e un pugno di cereali soffiati, unisci un sottofondo musicale adeguato et voilà, ecco che nella cucina si materializza una piccola cioccolateria casalinga. Cioccolatini dalla forma irregolare, spezzettati grossolanamente, che hanno dato una nuova vita a quei tristi pezzetti di cioccolato sparsi qua e là nei vari cassetti della dispensa: uno per accontentare i bambini e l'altro dal gusto decisamente più adulto, con il cioccolato fondente ed i cranberries disidrati. A detta delle mie nipoti, che li hanno assaggiati, questi cioccolatini sono proprio come quelli che compri al supermercato, quelli, per

Continue Reading

Le pizzette di sfoglia

Le pizzette di sfoglia

Confesso di aver comprato parecchie riviste di cucina solo perché in copertina o fra i titoli c'era una speciale ricetta che garantiva pizzette, salatini e appetizer perfetti, perché -diciamocelo😉- chi può resistere ad un piccolo ed invitante vassoio di caldi stuzzichini appena usciti dal forno, il cui ripieno è custodito in un burroso e fragrante guscio di friabile sfoglia? È così, ogni festa va santificata in spirito e corpo, e quando è comandata, come la Pasqua ormai imminente,  bisogna impegnarsi al meglio, perché la soddisfazione oltre che all'anima arrivi anche allo stomaco! Forse avrà pensato così anche mio marito,  quando l'altro giorno

Continue Reading

Brioches al salmone e robiola

Brioches al salmone e robiola

Se non hai ancora le idee chiare sull'antipasto di Natale, oppure sei ospite e non vuoi presentarti a mani vuote, questa può essere l'idea giusta! Piccole brioches di pasta sfoglia con un ripieno in cui il gusto deciso e sapido del salmone affumicato si sposa a meraviglia con la morbidezza della robiola. Semplici, si preparano in un attimo (anche in anticipo! 😉) e sanno accontentare anche i palati più esigenti: queste brioches non mi hanno mai delusa, guarda il video  provale! Ingredienti  per 16 pezzi circa 1 rototo di pastasfoglia rotonda 50 gr di salmone affumicato 100 gr di robiola semi

Continue Reading

Cioccolatini ripieni al Cointreau

Cioccolatini ripieni al Cointreau

I giorni che si accorciano e il Natale che si avvicina..non c'è periodo dell'anno migliore per preparare i cioccolatini! Prenditi il  tempo per un sano momento di shopping natalizio,guarda le vetrine scintillanti e scegli lo stampo che preferisci, meglio se in silicone, così sformerai i cioccolatini più facilmente e senza pericolo che si rompano. Metti un sottofondo musicale di festa e divertiti:arriverai alla fine con le mani che profumano di cioccolato (è un potente idratante!) e magari con la cucina un po' imbrattata, ma ti assicuro felice, perché non vedrai l'ora di sentire il guscio di cioccolato cedere dolcemente alla minima pressione, mentre

Continue Reading

Sachertorte: l’occasione della vita

Sachertorte: l’occasione della vita

Quando arriva arriva..destino o semplice coincidenza, ma una cosa è certa: l'occasione della vita te la giochi con le carte che hai, ma magari la vinci solo grazie ad una buona dose di sfacciataggine e di incoscienza calate sul tavolo da gioco al momento giusto.  Non so se quel giorno del 1832 la pensasse così anche un giovane panettiere sedicenne, quando gli fu affidata la creazione di un dolce speciale per un ospite della massima importanza. E il capo pasticcere? Malato. E tutti gli altri aiuto pasticceri? Boh, nessuno lo sa,  ma se il tuo datore di lavoro si chiama

Continue Reading

La cucina imperfetta

La cucina imperfetta

La prima volta che ho fatto i cioccolatini ho imbrattato tutta la cucina, perché nessuno in genere, nello spiegarti una ricetta, ti svela quei piccoli trucchi che ti possano evitare di perdere la pazienza e così di correre il rischio di innervosirsi e di buttare tutto nel lavandino. Io poi ho la brutta abitudine di avere delle aspettative che si rivelano troppo alte per le mie capacità, con l'unico risultato di ritrovarmi assolutamente insoddisfatta del mio lavoro e con la cucina sottosopra ; sì,  è un brutto vizio, ma che colpa ne ho se sono un'inguaribile ottimista e basta solo avere in mano

Continue Reading

Un mese da regina

Un mese da regina

Sono entrata nel mese di maggio con un calcio in faccia: è così infatti che oggi mio figlio, sdraiato accanto a me nel lettone, ha deciso di svegliarmi; in genere il trattamento di favore è riservato al papà, ma stamattina è andata diversamente: forse, mi sono detta, proprio perché ha inizio un mese veramente speciale,  almeno per me. I motivi? Ne ho, ne ho tanti, direi uno per ogni giorno di questa meraviglia che chiamiamo "maggio", questi i motivi e le date che mi stanno più a cuore: Sono solo tre i mesi dell'anno che si aprono con un giorno di festa condivisa, ma,

Continue Reading

Il punto vernale, lievito, sale e un po’di cannella..

Il punto vernale, lievito, sale e un po’di cannella..

La primavera è ufficialmente iniziata anche sul calendario, esattamente lunedì 20 marzo, e io penso di aver varcato la soglia della bella stagione proprio sulla porta dell'orto di casa. Più tecnicamente, mentre la linea immaginaria dell'equatore celeste incrociava la costellazione dell'ariete, passando il cosiddetto punto vernale che determina l'inizio astrale della primavera, io giocavo con mio figlio ad entrare e uscire dal piccolo cancello che delimita il giardino dallo spazio dedicato a frutta e verdura. La porta cigola e sbatte più volte, e più è forte, più Francesco si sbellica dalle risate e avremo passato così circa un quarto d'ora per

Continue Reading

Storia di un papà

Storia di un papà

C'era una volta un ragazzo bello, forte e coraggioso, che amava le birre e le partite di pallone, faceva un lavoro strano che lo portava spesso lontano, non parlava granché, ma aveva tanti amici e diceva di sentirsi bene da solo. Poi ha conosciuto lei, si è innamorato,  ha fatto le valigie, ha lasciato la sua casa e l'ha sposata. Un giorno di settembre è diventato papà, ha visto nascere il suo bambino, tagliando senza paura il cordone che lo teneva legato alla mamma e da quel momento ha capito che niente sarebbe più stato come prima.  Il tempo è passato e lui è

Continue Reading

La primavera, all’improvviso..

La primavera, all’improvviso..

Aprire gli occhi prima di tutti, prima del pianto di mio figlio,  prima del trillo della sveglia con schermo del telefono che si illumina, aprire gli occhi e avere voglia di alzarsi, di aprire le finestre e sentire il caldo raggio del sole che svela un cielo terso, sgombro anche solo del pensiero di una nuvola. La primavera ha anticipato quest'anno , quasi mi avesse letto nel pensiero il bisogno disperato che avevo di lei: l'inverno è entrato in via ufficiale nel libro dei ricordi e al diavolo i cappotti, le giacche a vento e il sale da buttare la sera

Continue Reading

A Carnevale..ogni fritto vale!

A Carnevale..ogni fritto vale!

Chissà perché mi immagino sempre un sacco di sole quando il calendario segna il Carnevale nel mese di marzo e figuriamoci poi la Pasqua alla metà di aprile, in cui vedo già stormi di tinte pastello e tessuti svolazzanti tornare alle nostre latitudini per prendere il loro posto in ogni armadio, cacciando maglie e cappotti in un limbo che si vorrebbe senza ritorno. È così,  mi lascio prendere dalla frenesia e dalla scossa di adrenalina che mi dà sempre il primo tiepido sole marzolino,  incurante della doppia anima di questo mese a cui riesco a perdonare anche il vento e la pioggia di questi due

Continue Reading

It’s Christmas time !

It’s Christmas time !

Il profumo di cannella che dal forno riempie tutta la casa ne è un chiaro segnale, poi l'albero, il presepe e tutte quelle decorazioni che da undici lunghi mesi non vedevano l'ora di uscire dai loro scatoloni e di stiracchiarsi un po' prima di fare bella mostra di sé in ogni angolo della casa; poi le vetrine dei negozi vestite a festa, le città  che si accendono di archi stellati a cui nemmeno il più piccolo e riottoso dei viottoli può sfuggire, e poi giusto ieri un gigantesco abete alto 25 metri è arrivato in piazza San Pietro direttamente dal Trentino. Davvero ci può essere qualcuno che

Continue Reading

La mia scuola

La mia scuola

Due codini troppo stretti, una cartella rossa e poi tanti fogli bianchi riempiti di montagne e onde del mare: questo è quello che la mia mente  conserva del mio primo giorno di scuola insieme alla maestra che guida la mia manina nei primi tratti ancora insicuri. Sono stata fortunata alle elementari: primo perché ho avuto una maestra meravigliosa di quelle che purtroppo hanno buttato via lo stampo, secondo perché ero bravissima e non ricordo di aver mai studiato. Ottimo il giudizio con cui sei anni dopo avrei varcato fiera la soglia della prima media: niente codini, uno zaino grigio e tanta paura per tutti quei professori

Continue Reading

Piccolo è meglio

Piccolo è meglio

Chi non ha mai sognato almeno una volta di prendere parte ai luculliani banchetti della corte di Francia, la più raffinata d'Europa, ai tempi del Re Sole o di Luigi XV e della sua Pompadour?  Vere e proprie sculture di cibo che imbandiscono fastose tavole all'interno di enormi saloni, tutto tende all'esagerazione, dal cibo all'altezza dei tacchi e delle parrucche, tanto che, coì si dice, all'epoca di Maria Antonietta le porte della reggia di Versailles hanno dovuto subire una revisione per permettere alle gentili signore di passarvi attraverso, senza rimanervi impigliate con le loro acconciature. La moda era esageratamente esagerata e la cucina,

Continue Reading

La stella di Vito

La stella di Vito

Ci mise un po' a capire dov'era, tentò di alzarsi dal letto, ma un gran mal di testa e la bottiglia di vodka vuota accanto le ricordarono la nottata non proprio felice, che aveva segnato il suo ennesimo fallimento. La sveglia sul comodino segnava le 12.15, lei ripiombò con un tonfo sul cuscino, le mani sulle tempie, mentre calde lacrime le rigavano il bel viso. Ancora una relazione sbagliata, ma questa volta ci aveva creduto davvero, di aver trovato l'uomo giusto per lei e un papà per il suo piccolo Vito, pensava che con lui sarebbe stato diverso, invece l'aveva usata,

Continue Reading

Semplicemente irresistibile

Semplicemente irresistibile

"Il gusto comincia in bocca e poi ti arriva al cervello e schizza giù per la spina dorsale e alla fine esplode fuori dai piedi.": è la frase di un film che ho rivisto con piacere l'altra sera "Semplicemente irresistibile" il suo titolo, mielosa commedia per adolescenti o giovani donne single alle prese per la prima volta con mestoli e cucchiai di legno. La trama è molto semplice: una giovane quanto improvvisata chef si ritrova, grazie all'incantesimo di un granchio, a mettere nei suoi piatti tutte le sensazioni che prova mentre li cucina. Neanche a dirlo si innamora e il povero malcapitato non

Continue Reading

Natale per sempre

"Avvisiamo la gentile clientela che il centro commerciale chiuderà fra dieci minuti. Vi preghiamo di ultimare velocemente gli acquisti e di dirigervi verso le casse." La voce metallica dell'altoparlante raggiunse la vecchia signora al banco della gastronomia <Di solito chiudete più tardi!> bofonchiò irritata al commesso che le stava tagliando l'ultima fetta di prosciutto. <Sì, ma oggi è la vigilia di Natale, capirà anche lei che abbiamo tutti voglia di tornare a casa a festeggiare..> le rispose lui, porgendole il pacchetto appena pesato. <E allora? Non è un buon motivo, siete davvero poco professionali, questa è l'ultima volta che metterò

Continue Reading

Ce l’ho fatta!

Ce l’ho fatta!

Ieri è stato il gran giorno in cui è andata in scena la festa della luce e posso dire di avercela fatta e questa volta è stata propio una grande sfida in cui mi sono messa alla prova: primo perchè il menù che avevo stilato era molto più nutrito di quello degli anni precedenti, secondo perchè questa è stata la prima festa di Francesco e quindi la mia macchina organizzativa ha dovuto fare i conti con gli imprevisti di questo piccolo elfo di Babbo Natale e delle sue "incursioni" durante i preparativi. Tutto sommato ho rispettato quasi tutta la tabella

Continue Reading

San Nicola: cioccolatino #1

  La luce del giorno, ovattata e lattiginosa si lascia rosicchiare qualche minuto, ogni giorno di più, dalla fredda oscurità che in questo periodo dell'anno raggiunge il suo apice, e io penso di non averne mai abbastanza, di questo buio: mai come a dicembre ho voglia di oscurità, perchè mette in risalto le luci che avvolgono strade e negozi e di cui si vestono case e giardini, trasformandosi in piccoli angoli di Natale, e mai come a dicembre ho voglia di festeggiare. Oggi, giorno di san Nicola, il protettore dei bambini, e che con tutta probabilità  ha dato origine alla figura di Santa Claus,  segna

Continue Reading

Grazie nonni!

Grazie nonni!

Avevo già terminato di scrivere questo post, ma, nel cercare una foto da pubblicare, mi sono imbattuta in questa notizia, che mi ha fatto riscrivere tutto:"Il nonno defunto bacia la nipote non ancora nata." Il fatto risale al 2013, ci si può credere o meno, ma mi sembra giusto soffermarmi su quell'immagine, propio oggi che è la festa dei nonni e non a caso anche quella degli angeli custodi. In fondo un nonno è propio questo, un angelo che protegge il propio nipote a dispetto di tutto e tutti, anche della morte.Io ci credo e non è un caso che io sia finita ad

Continue Reading