Le mie due creature..

Tag:, , ,

Le mie due creature..

Le mie due creature..

Una fetta di pane carré generosamente spalmata di morbida e voluttosa Nutella non aspettava altro che di essere gustata nella pace della cucina per la prima colazione della settimana; il cappuccino la guardava con un po' di invidia, silenzioso da sotto una spessa coltre di schiuma, nel calduccio della sua tazza rosa. Forse gliel'ha tirata lui, perché la mia morbida fetta si è tuffata diretta dalla mia mano sul pavimento, imbrattato anche la mia ciabatta, mentre il coltello, ancora insanguinato di Nutella, si è ritrovato nel contenitore del vetro. Gli indizi c'erano tutti , ieri mattina, per una giornata iniziata

Continue Reading

Pole position

Pole position

Il motomondiale inizia oggi e in mezzo al rombo dei motori è tutta una fibrillazione e lì ci sono anch'io, o meglio, mi sembra di esserci, quando mi immedesimo in uno di loro, peccato che non conosco il suo nome,: chiedilo a Guido Meda o a De Adamich, nemmeno loro te lo sapranno dire, se non ce l'hanno nero su bianco. Sì, sto parlando di quello lì, di quello che non si sa che faccia abbia sotto quel casco, quello che ce la mette proprio tutta, ma sarà per la moto non all' altezza o per le sue scarse capacità, ma sta di fatto che lui, la pole

Continue Reading

Una stanza tutta per sé

Una stanza tutta per sé

E' cominciata un'altra settimana, ma quello che più mi preoccupa è che ne è appena finita un'altra, è arrivato marzo, come al solito dandoci l'illusione che fosse già primavera conclamata, per poi affossarci di nuovo tutti nel vecchio e stanco inverno e io, di tutto questo, non me ne sono nemmeno accorta! Il tempo sembra scivolarmi dalle mani come sabbia in una clessidra, penso a domani, festa della donna, a quella del papà e Pasqua è davvero alle porte e io vorrei tanto fare.. tante idee nella mente non aspettano altro che materializzarsi nella realtà della mia cucina. Il risultato è

Continue Reading

Petaloso

Petaloso

Prendo in prestito questo nuovo aggettivo della lingua italiana, coniato da Matteo, un bimbo di otto anni, usato per descrivere un fiore, per parlare anch'io del mio fiore, del mio Francesco. Davanti a un cappuccino e una (alla volta) fetta di torta al cioccolato lo guardo mentre tenta di gattonare sul suo tappeto gioco ed è l'unico momento della giornata in cui posso definirlo tranquillo. Bel caratterino che ha il mio Mister pannolino, come lo chiamo io, e una settimana importante si è chiusa per noi: siamo tornati a casa dopo quasi tre settimane dal'incendio e Francesco ha iniziato lo svezzamento. La mamma

Continue Reading

Vizi di famiglia

Vizi di famiglia

Penso che li abbiamo tutti a casa nostra dei piccoli riti o vizi, che ci concediamo in particolari occasioni, può essere una cena romantica, una lenta colazione in un mattino di relax: ognuno ha questi piccoli momenti in cui è bello viziarsi e coccolare chi ci sta vicino. Francesco con i suoi quattro mesi alle spalle è facile da accontentare: basta solo farlo addormentare in braccio e tecenercelo per delle ore, l'unico inconveniente è che in casa manca un maggiordomo e che la notte anche la mamma ha bisogno di dormire; io mi godo il momento pensando a quando sarà

Continue Reading

La fine dell’anno

La fine dell’anno

Ci siamo, è l'ultimo giorno dell'anno, giorno di bilanci, giorno di malinconia e di felicità: sono grata a questo 2015 e mi dispiace un po' che ne stia andando con la sua valigia piena di ricordi felici e di obiettivi raggiunti. Quest'anno si può riassumere in una parola o meglio in un nome, quello di mio figlio Francesco, che ha accompagnato me e il suo papà fin dall'inizio, con il freddo di gennaio, quando le Beta-HCG, schizzate alle stelle, non hanno più lasciato dubbi sulla sua presenza. Tutto il resto è venuto da sè, in un'altalena di emozioni segnate dall'avvicendarsi delle stagioni, come

Continue Reading

Un po’ di coccole..

Un po’ di coccole..

Il mio bambino ha due mesi e mezzo e di coccole e attenzioni ne pretende tantissime e la mamma non si tira indietro, anzi, ha anche imparato a scrivere post, saltare la pasta, infornare e sfornare con una mano sola. A Francesco basta poco, perchè un solo sguardo dei suoi occhioni azzurri, accompagnato da un largo sorriso che culmina con un "Gao" grosso come una casa, fanno andare la mamma letteralmente in brodo di giuggiole! Però una volta ogni tanto ci vuole un momento tutto per sè, un po' di sano egoismo che ti permette di far pace con te stesso, chiudendo tutti i pensieri e

Continue Reading

Grazie nonni!

Grazie nonni!

Avevo già terminato di scrivere questo post, ma, nel cercare una foto da pubblicare, mi sono imbattuta in questa notizia, che mi ha fatto riscrivere tutto:"Il nonno defunto bacia la nipote non ancora nata." Il fatto risale al 2013, ci si può credere o meno, ma mi sembra giusto soffermarmi su quell'immagine, propio oggi che è la festa dei nonni e non a caso anche quella degli angeli custodi. In fondo un nonno è propio questo, un angelo che protegge il propio nipote a dispetto di tutto e tutti, anche della morte.Io ci credo e non è un caso che io sia finita ad

Continue Reading

Scherzi da poppante

Scherzi da poppante

Mio figlio di soli 27 giorni a detta di tutti è uguale al papà, con buona pace della mamma, che comunque sa che nessuno lo conosce meglio di lei. Cosa scontata, dirai tu, ma pare che ci sia la fila di persone che voglia spiegarmi come si fa a fare la mamma: dai professionisti del settore fino ad arrivare a chi non ha mai partorito in vita sua, perle di saggezza rotolano intorno alle mie zampe porcelline. E allora una povera neo mamma, fra un errore e l'altro, che deve fare per il bene del suo bambino? Non lo so, i bambini sono uno diverso

Continue Reading

Un nuovo inizio

Un nuovo inizio

Lo sostengo da sempre che questo è il mese del cambiamento, che ogni anno segna la rottura di un equilibrio consolidatosi in precedenza: dall'estate all'autunno, la natura si rinnova, vestendosi di nuovi colori e nuove luci. E' un nuovo inizio, forse il vero inizio dell'anno, quasi che una nuova vita si aprisse davanti a te, facendoti sentire diversa, in bene o in male, ma comunque diversa da prima..Esattamente il tre settembre alle 4.17 della mattina  per me è iniziata una nuova vita, insieme a quella di mio figlio, che ho stretto a me, tutto sporco e tremante, che piangeva come un disperato. Una nuova

Continue Reading

Animated Social Media Icons by Acurax Wordpress Development Company
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook