Il giorno dei santi

Il giorno dei santi

Il dì della festa è diverso dagli altri, lo senti già in maniera prepotente nel primo respiro del mattino, che profuma della vitalità delle grandi aspettative come solo i giorni importanti sanno infondere all'anima.

Il giorno dei santi è di quelli davvero importanti e chi come me è cresciuto in campagna con le campane della chiesa quasi dentro casa sa che oggi è il giorno in cui la famiglia si riunisce attorno ad una lunga tavola apparecchiata con la fiamma del camino a riscaldare tutto intorno dopo un lungo letargo estivo.

Oggi il sole dà quasi un po' fastidio, meglio quel po' di foschia, che dal terreno umido come un afflato protettivo si distende fino a toccare il ruggine dorato delle chiome degli alberi.

La cucina fin dalla sera prima ha già il sapore della verza, anche se non ci sono più le gelate di una volta ci si accontenta lo stesso, e va da sé che per sfoggiare il primo cappotto della stagione ci sarà tempo.. ma la tradizione non si ferma davanti a queste quisquilie e continuerà finché ci sarà una tavola imbandita a celebrare la vita che continua e si rinnova come un albero capace di attendere e rigenerarsi durante i lunghi mesi invernali.

 Il buio che smorza la luce del giorno rende ancora più gradevole la fiamma del camino, la mia schiena si scalda al suo tepore mentre sto scrivendo e guardo la tavola oramai spoglia, solo la grande zucca vi troneggia, verde e arancione, come una superba regina.

È ora di andare, la giornata si è consumata fra risate e grida di bambini con le facce rosse e felici, le pance di tutti sono soddisfatte e i cuori ricolmi di tanta grazia di vita. Evviva i santi!     

            Quiche ai porri e speck                                                  

 

Ingredienti per una torta da 8/10 fette

220 gr farina 00

60 gr farina di castagne

150 gr burro

2 cucchiai di acqua fredda

Un pizzico di sale 

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

100 gr di porro già mondato

70 gr di speck a fette

250 ml di panna

2 uova

5 cucchiai di Parmigiano grattugiato

Sale q.b

Nocemoscata q.b

  • Prepara la pasta brisée impostando la farina 00 e quella di castagne con il burro e il sale fino ad ottenere un composto bricioloso, aggiungi l'acqua e forma un panetto compatto. Fallo riposare in frigo per almeno un'ora avvolto nella pellicola.
  • Nel frattempo taglia il porro a rondelle e fallo soffriggere con due cucchiai d'olio, aggiungi due cucchiai di acqua, abbassa la fiamma e fai stufare per qualche minuto, taglia lo speck a striscioline e aggiungilo ai porri. Cuoci ancora un paio di minuti, spegni la fiamma e tieni da parte.
  • In una ciotola sbatti le uova con la panna e i quattro cucchiai di Parmigiano, aggiungi un pizzico di nocemoscata e regola di sale.
  • Accendi il forno a 180 gradi, poi imburra e infarina uno stampo da crostata con il fondo amovibile di 24 cm di diametro
  • Togli la pasta brisée dal frigo e stendila nella tortiera, poi bucherella il fondo. Metti sul fondo i porri con lo speck e poi ricopri con il composto alla panna. Completa con l'ultimo cucchiaio di Parmigiano e inforna per circa 15/20 min.
  • Sforna e fai raffreddare prima di servire

 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Plugin for Social Media by Acurax Wordpress Design Studio
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook