Una calda zuppa

Una calda zuppa

Cielo plumbeo e nuvole pesanti che scrosciano acqua come una cascata, può succedere d'estate e in genere fa piacere, dopo tanto caldo, che il tempo giri il termostato su temperature decisamente più miti. Ma aprire le finestre e trovarsi davanti questo spettacolo proprio l'ultimo giorno del mese di agosto può essere un po' malinconico, un saluto carico di nostalgia dopo i 31 giorni che più di tutti sono sinonimo di libertà e tempo libero.

La cura? Amare la natura e coglierne la bellezza nei tanti suoi umori, anche quelli più  altalenanti, perché nulla in natura è trascurabile, ma ogni cosa è necessaria al suo ciclo vitale.  E' un'attitudine innata questa, che appartiene a chiunque, basti pensare a quante volte l'amore per la natura passa anche dal farsi contagiare dai suoi aspetti: il sole ci mette di buon umore, la pioggia un po' meno, soprattutto se segna  il passaggio critico fra agosto e settembre.

E allora che si fa? Ci si consola con quello che ci vuole nei giorni grigi: una bella zuppa calda!

I rimedi più semplici sono anche i più efficaci, prova a metterti sul divano, la tua ciotola preferita e un bel cucchiaio: la zuppa farà il suo dovere come lo fa da secoli, scaldera' il corpo e rinfranchera' lo spirito..e forse ti sentirai un po' meglio. In caso contrario avrai sempre imparato una buona ricetta!😉

Quella che ti lascio ha il sapore è il calore dell'estate : verdura, formaggio, sale e anche un pizzico di zucchero. E allora ..buona zuppa!🍲

Zuppa di zucchine con cuore di stracchino fondente 

Ingredienti per due persone 

30 gr di patata

150 gr di zucchina

20 gr di burro

300 ml di brodo vegetale 

2 pomodorini datterini

50 gr di stracchino

1 cucchiaio di pangrattato

Qualche fogliolina di basilico

1 cucchiaino di zucchero 

1 filo d'olio extravergine di oliva 

  • Sbuccia la patata e tagliala a dadini, riduci a cubetti anche la zucchina, poi fai fondere il burro in una casseruola  e fai rosolare le patate per qualche minuto, aggiungi anche le zucchine, regola di sale e continua la rosolatura ancora per tre o quattro minuti. Aggiungi il brodo caldo e un paio di foglioline di basilico, abbassa la fiamma e cuoci coperto per circa 30 minuti.
  • Trascorso il tempo, frulla il tutto con il mixer ad immersione per ottenere una vellutata omogenea, assaggia e regola di sale se necessario e tieni in caldo.
  • Taglia i pomodorini in quattro, poi scalda i in un predellino con un cucchiaino di zucchero e falli caramellare.
  • Nel frattempo passa lo stracchino nel pangrattato più volte, fino ad ottenere una sorta di polpetta, ora scottala in un padellino antiaderente con un filo d'olio, aiutandosi con due cucchiaini, perché tenderà a sfaldarsi. L'importante non è la forma in sé,  ma la crosticina che farà.
  • Prendi due ciotole e metti alla base un mestolo di vellutata, al centro lo stracchino e i pomodorini. Guarnisci con foglioline di basilico e servi subito. 

 

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Floating Social Media Icons by Acurax Wordpress Designers
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook