S.O.S Umpa Lumpa

S.O.S Umpa Lumpa

Umpa_LumpaFinalmente il momento tanto atteso è arrivato, ho dovuto pazientare molto, perché loro sono sempre molto impegnati, ma devo dire che ne è valsa la pena. Chi, come me, quest'anno a Pasqua ha acquistato un uovo di cioccolato original Willy Wonka, sa di cosa sto parlando, ma per i pochi "marziani" che cadono letteralmente dalle nuvole, riassumo la questione. E' tuttora in corso (terminerà a fine aprile) la grande promozione "S.O.S Umpa Lumpa per il tuo cioccolato Wonka", che permette di prenotare la visita di un Umpa Lumpa direttamente a casa tua: due ore di personal tutorial, un maître chocolatier tutto per te, per insegnarti come utilizzare il cioccolato Wonka che ti è rimasto in dispensa. Quindi il giorno dopo Pasquetta ero già al telefono a fare la coda al centralino e alla fine ce l'ho fatta, il mio appuntamento era fissato: sabato 9 aprile alle ore 9 a.m avrei visto un Umpa Lumpa armeggiare nella mia cucina! Mi sento in dovere, adesso che è tutto finito, di dare qualche consiglio a chi si appresta a incontrare uno di questi piccoli cioccolatieri.

  1. Calcolate bene l'orario. Nessuno te lo dice al telefono, ma gli Umpa Lumpa hanno un fuso orario diverso dal nostro, che si basa sui ritmi di produzione della fabbrica, quindi, l'orario è solo un pro-forma e noi che lo aspettavamo per le 9 del mattino, siamo stati letteralmente buttati giù dal letto alle 7. Quindi armatevi di pazienza anche perchè vi assicuro che ne vale veramente la pena!
  2. Non fate i furbi. Un Umpa Lumpa è un eccezionale conoscitore del cioccolato, quindi vietato tentare di spacciare una qualsiasi tavoletta con una originale Wonka, niente mix azzardati con altri tipi di cioccolato, se ne accorgerebbe immediatamente e se ne andrebbe, perché un Umpa Lumpa, per contratto, può maneggiare solo del cioccolato Wonka.
  3. Limitate le chiacchiere. Un Umpa Lumpa è un tipo molto silenzioso e ligio al dovere, non viene a casa tua per fare amicizia, quindi niente caffé o the di benvenuto, niente acqua (per carità, è morte per il cioccolato!) e soprattutto niente smancerie!
  4. Attenzione ai bambini. Io ne avevo già avuto il sentore, avendoli visti lavorare in fabbrica, e ora lo posso dire con certezza che gli Umpa Lumpa non amano granché i bambini. Ieri infatti, appena è entrato in casa, l'Umpa Lumpa ha squadrato il mio piccolo Francesco, ha estratto un wonka-metro dalla borsa e l'ha misurato, per fortuna il mio piccolo ha superato la prova e, non essendo ancora alto più di 120 cm, ha potuto rimanere in casa con me. Allora siete avvisati: gli Umpa Lumpa non sopportano i bambini più alti di loro, quindi, se ci sono, mandateli dai nonni!
  5. Guardare ma non toccare. Un Umpa Lumpa lavora in piena autonomia, non vuole aiuti, quindi accettate l'idea di starlo a guardare lavorare (a debita distanza) senza interferire e senza fargli alcuna domanda, perché tanto non parla la nostra lingua, quindi non vi risponderebbe!
  6. Niente mazzette. Un Umpa Lumpa ha un altissimo senso del dovere ed è fedele all'inverosimile al signor Willy Woka, dunque non cercate di carpirgli i suoi segreti offrendogli fave di cacao di improbabile qualità, dal momento che le migliori sul mercato sono ad appannaggio esclusivo della fabbrica Wonka.
  7. No video no foto. Niente tecnologie, nemmeno nascoste, perchè un Umpa lumpa ha degli speciali occhiali che scovano qualsiasi mezzo-spia come telecamere nascoste o microcimici. Non ci provate assolutamente, sareste immediatamente radiati a vita dal visitare la fabbrica Wonka e tutti sappiamo che sarebbe una tragedia!

Rispettando queste semplici regole l'Umpa Lumpa vi lascerà dei buoni sconto davvero mai visti sulla nuova collezione di gelati Wonka che sta per essere lanciata sul mercato (non vi posso anticipare niente, ma è roba che ti lascia senza fiato!), oltre alle due ricette che ha preparato in casa vostra. oggi vi lascio la prima delle mie due, visto che è domenica quella un po' più lunga, ottima per una prima colazione o merenda homemade, ma ricordate di usare solo cioccolato Wonka!

P.S Niente paura ragazzi, ho avuto il permesso dal signor Wonka in persona di divulgare questa ricetta (a breve vedrete anche un banner su questo blog)  perchè in fondo anche a lui sa che la pubblicità è l'anima del commercio!

Girelle di cioccolato2016-04-02 16.58.00

Ingredienti per circa 20 girelle

400 gr di manitoba

140 ml di latte + quello per spennellare alla fine

100 ml di acqua

10 gr di lievito di birra

100 gr di zucchero semolato

10 gr di strutto

150 gr di cioccolato fondente (ovviamente Wonka)

5 gr di sale

  • Sciogli il lievito nell'acqua e latte e aggiungilo lentamente alla manitoba, aggiungi lo zucchero e lo strutto e solo alla fine il sale. Impasta fino ad ottenere un composto omogeneo, mettilo in una ciotola coperta da pellicola. Dopo 15 min riprendilo e impasta ancora velocemente con la punta delle dita, riponilo nella ciotola e fallo lievitare fino al raddoppio del volume, circa due o tre ore.
  • Stendi l'impasto in un quadrato di circa 35 cm per lato e disponici sopra il cioccolato tritato grossolanamente. Arrotola l'impasto e taglialo in pezzi di circa 3 cm di spessore.
  • Metti le girelle ottenute su una teglia rivestita di cartaforno e falle lievitare ancora per un'ora.
  • Accendi il forno statico a 180°, spennella le girelle con del latte tiepido e inforna per 20 min circa sul ripiano intermedio del forno. Una volta cotte, si conservano coperte o in un vaso a chiusura ermetica per tre o quattro giorni.2016-04-03 09.13.02

About Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Customized Social Media Icons from Acurax Digital Marketing Agency
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook