Dicembre e la sindrome di Pollyanna

Dicembre e la sindrome di Pollyanna

Dicembre e la sindrome di Pollyanna

Dicembre è iniziato e i giorni scivoleranno via veloci come una slitta su una discesa innevata. E allora come fare a trattenere questa straripante voglia di essere felici e di far festa anche per tutto l’anno? Non lo so, non posso mica sapere sempre tutto,no?😉 Comunque, se vuoi un consiglio da una che a 44 anni non esce mai di casa senza una buona dose di allegria e gaiezza, ecco qua: la sindrome di Pollyanna può fare al caso tuo. Se non mai mai letto il libro o nemmeno visto il film, allora ti basteranno due frasi: la prima è

Continue Reading

Preziosi ritagli

Preziosi ritagli

Alla fine lo sguardo viene catturato da un dettaglio, un piccolo niente che però riesce a fare la differenza. Penso che a tavola la cura dei particolari dimostri la ferma volontà di chi ha apparecchiato e cucinato di coccolare i propri commensali. A volte il dettaglio costa tempo e fatica in più,  a volte, come in questo caso, si tratta di un semplice riciclo, tanti preziosi ritagli che sprecare sarebbe davvero un peccato.. il tempo che occorre è veramente minimo, poi ci penserà il forno a fare il resto. Il risultato è di sicuro effetto..Fatto da un niente.. Ritagli di

Continue Reading

Pazza per il Cointreau

Pazza per il Cointreau

“Assaggi questi cioccolatini alla rosa e mi dica se ho esagerato con il Cointreau..” Questa è la frase che ha dato inizio alla mia passione per il Cointreau.. e la colpa è tutta sua, di Vianne Rocher, la proprietaria della chocolaterie di Lansquenet sous Tannes, delle sue torte e delle sue praline ripiene di cioccolato e magia, e di quel film che me le sciorina davanti ogni volta che lo guardo e mi fa venir voglia di trapassare lo schermo e di afferrare quel piccolo pacchetto rosa con il nastro argento al posto di quella Josephine che poi se lo

Continue Reading

Il dì di festa

Il dì di festa

Se dovessi stilare una classifica dei dieci giorni che in un anno vorrei vivere all’infinito, nei primi cinque metterei sicuramente questo, il primo di novembre, il giorno di tutti i santi. Il motivo è presto spiegato nella parola “tradizione”. Sono cresciuta in una famiglia che mi ha insegnato i valori cristiani, legati all’importanza della famiglia che santifica le feste e si ritrova insieme attorno ad una tavola ben apparecchiata e ricolma di leccornie, perché anche la carne deve prendere parte alle gioie dello spirito. Il copione è sempre lo stesso, come una tradizione vuole, ma tu sai che c’è qualcosa

Continue Reading

Autunno color cioccolato

Autunno color cioccolato

 Si capisce che qualcosa è cambiato dalle chiome degli alberi, dai banchi del mercato che si riempiono del verde dei cavoli e dei bagliori arancio di cachi e zucche, le castagne e i funghi iniziano a fare capolino fra i boschi ombrosi, e la luce del sole è gentile, dimentica ormai della prepotenza estiva dei mesi passati. Sì,  ma c’è ancora qualcosa che dal calduccio della mia copertina di lana davanti ad un camino scoppiettante mi fa dire” Bentornato autunno!”: il cioccolato! Non esiste autunno senza cioccolato né tavoletta di cibo degli dei che non entri in una credenza in

Continue Reading

Berry pick up

Berry pick up

Seduta al tavolo lo fissavo con insistenza da almeno un minuto -quant’era bello!- pensavo guardando quel piccolo vasetto di vetro che mi invitava a farsi assaggiare, seducendomi con i suoi profumi di bacche selvatiche e menta. Così, quando ho affondato il cucchiaio nel candore di quella crema, mi è sembrato quasi una profanazione, ma poi, mentre lo assaporavo in tutta la sua dolcezza, mi sono ricreduta: era un peccato, sì..ma di quelli gentili, perché una crema fatta con la ricotta è pur sempre indulgente sul giro vita!😉

Continue Reading

Il magico potere della burrata

Il magico potere della burrata

Si dice che non esista dispiacere che non possa essere annegato nell’alcol, e forse è vero.. però mi preme aggiungere e sottolineare che questo non è l’unico rimedio al dolore. Ne esiste un altro in cui infilare i propri pensieri, soprattutto quelli più neri e cupi, che come per magia ne usciranno candidi come la neve non ancora calpestata: questa panacea si chiama Burrata! L’ho scoperta ed apprezzata quest’estate, aggiungendola a crudo sulla pasta rossa di pomodori caldi di sole. Quando la forchetta porta alla bocca questa meraviglia, sembra quasi di annegare nella morbida voluttuosita’ della burrata oppure della sua

Continue Reading

Il teorema della panna cotta

Il teorema della panna cotta

  Alcuni affermano che la Pannacotta altro non sarebbe che un antenato del Biancomangiare, arrivato in terra di Sicilia durante la dominazione saracena. Poi, come spesso accade alle persone, il dolce si mise a viaggiare e risali’ lo stivale fino ad attecchire fra i filari nell’aria brumosa delle Langhe e qui si adatto’ agli usi e costumi indigeni, cosicché il latte di mandorla finora impiegato dovette lasciare spazio al più facilmente reperibile latte vaccino e qui finiscono tutte le ipotesi e comincia la storia, quella scritta e accreditata. La panna cotta nasce ufficialmente ai primi del’900, in piena belle époque,

Continue Reading

La ragazza del Drago

La ragazza del Drago

 Si chiamava Virginia Tacci, nata a Siena nella seconda metà del XVI secolo nella contrada del Drago. "Una giovane villanella di quattordici anni all'incirca": così la definiscono le cronache dell'epoca. Di lei non si sa granchè, in un periodo storico che, data l'assenza di media e social network, non fa molto caso allo scorrere della vita dei semplici, fagocitando nell'oblio della memoria tutto ciò che non è legato alla nobiltà, alla politica o alla santità conclamata. Virginia non vantava nobili origini, essendo una contadina, non è una santa come la sua più famosa concittadina Caterina, assunta alla gloria degli

Continue Reading

La calamarata

La calamarata

Non c'è nome più identificativo per l'estate come per quello della calamarata! E pensare che anni fa mi immaginavo una montagna di calamari cucinati chissà in quale misterioso modo,  altro che formato di pasta! Comunque è da provare, perché il solo suono della parola "calamarata" basta a far venire l'acquolina in bocca e lo sciabordio del mare sulla battigia riaffiora fra gli ami della mente senza volerlo. Prova questa versione che mescola vongole e gamberoni con il rosso del pomodoro caldo di sole della stagione, buona anche il giorno dopo (ammesso che ci arrivi!😉), sarà l'estate che si siede a tavola

Continue Reading

Il gusto di una vacanza

Il gusto di una vacanza

Più o meno un paio di mesi fa ero nel Chianti, a Sovicille, per qualche giorno di vacanza con la mia famiglia. Mi piaceva svegliarmi presto nella tranquillità silenziosa della natura intorno al casale, facevo colazione portando il mio cappuccino fatto in un bicchiere di coccio con due fette di pane e marmellata sul piccolo tavolo rotondo a bordo piscina e guardavo.. Davanti a me le rondini giocavano spruzzandosi le ali a pelo d'acqua, mentre il mio sguardo si perdeva fra i filari delle viti e i robusti ulivi, le fronde appena smosse da una brezza sottile ma tenace sotto

Continue Reading

La preferita dell’estate

La preferita dell’estate

È una pizza bianca oppure una focaccia un po' più robusta? Non lo so, la differenza per quanto mi riguarda non c'è e non mi va nemmeno di approfondire la questione, perché quando assaggio la prima fetta di questa delizia, tutto sembra scomparire nella nebbia dell'oblio e le uniche cose che rimangono sono solo pensieri belli che si sciolgono fra la voluottuosa freschezza della burrata e la sapidità del crudo toscano appena intiepidito. Il piacere dei sensi è completato dal sentore di terra dei fiori di zucca e da tante foglioline di basilico che dipingono il piatto di tutte le sfumature

Continue Reading

Tutti i colori dell’estate

Tutti i colori dell’estate

Quella della piadina è una soluzione che non disdegno mai, quando la pausa pranzo deve essere veloce, ma non  per questo priva di gusto o al contrario zeppa di calorie. La cosa positiva di questa ricetta è che si dà una scaldata rapida solo alla piadina, il resto è fresco e colorato e un solo morso regala la sensazione di un tuffo in piscina in una torrida giornata di sole bruciante..🌞 Il risvolto negativo?  Che è talmente buona che finisce troppo in fretta, ma niente paura, ne puoi sempre preparare un'altra, perché oltre che deliziosa è anche super light! Un

Continue Reading

Chi dice palio dice Siena

Chi dice palio dice Siena

Benchè io non sia senese di nascita e nemmeno possa vantare una qualsivoglia parentela con la città , mi sento legata a questa perla della Toscana , che tutto il mondo ci invidia . Ci sono stata parecchie volte , ma ho iniziato ad amarla già prima di poter respirare la sua aria che profuma di arte , di storia , di devozione e di rivalità centenarie . "Il Palio si corre tutto l'anno" recita un altro proverbio che la dice lunga sul rapporto osmotico che c'è fra Siena e la sua corsa : infatti la città si prepara all'evento

Continue Reading

Un cacio e pepe da manuale

Un cacio e pepe da manuale

Metti una sera di tarda primavera, ma che sembra estate piena, con nuvole pesanti, grossi gocciolioni e afa che si alternano come strati di una torta sulla tua pelle candida, ma che ha già visto pungiglioni di zanzare muoversi come aghi di abili tatuatori. Metti che ti prende poi una fame di quelle che ti scavano un buco allo stomaco e senti un vuoto come quello che ricordi di avere  nel frigorifero, ma sfortunatamente la tua pizzeria preferita osserva il turno di chiusura e..no, il parcheggio del supermercato gremito in ogni suo posto auto non promette nulla di buono. Metti

Continue Reading

Lo sguardo di una mamma

Lo sguardo di una mamma

Non te lo dice nessuno, ma quelle due piccole linee rosa o quel simbolo "più " sul test di gravidanza di fatto segnano l'inizio del conto alla rovescia che rivoluziona la tua vita ed il tuo sguardo cambia, per sempre. Il salto della barricata è compiuto, ma tu non te ne accorgi subito, perché con il pancione da accarezzare ti senti bene e guardandoti allo specchio magari pensi che così bella non sei mai stata. La mia gravidanza è stata un periodo splendido, poi quel piccolo crampo a metà del pomeriggio, passato quasi inosservato, mi ha riportato con i piedi

Continue Reading

L’ uomo più sexy del mondo

L’ uomo più sexy del mondo

Lo so, qualcuno starà già facendo la lista, chiedendosi se magari Bradd Pitt, George Clooney (scusate, ma i miei vent'anni sono custoditi nel profondo dei nineties!😉)oppure no,magari si potrebbe optare per una scelta controcorrente, ma sempre più di tendenza, che assurge al più alto gradino del podio un fascino intellettuale come quello di Alberto Angela. Sarei tentata, ebbene sì,  perché un uomo che con le sole parole ( è non d'amore!) ti sa rapire da un piatto schermo televisivo, forse forse quel quid in più ce l'ha.. Però no, non è nemmeno lui, perché l'uomo più sexy di questo universo

Continue Reading

La magia di un giorno di pioggia

La magia di un giorno di pioggia

Piove. Un calice di vino fra le mani e gli occhi che scrutano fuori dalla finestra e si perdono fra i fili d'erba ormai cresciuti dopo il lungo digiuno invernale, si arrampicano lungo le verdi e turgide foglioline della siepe fino alla cima, quando un rosso di stampo autunnale le avvince chiudendole in un abbraccio protettivo. La campagna sta vivendo il suo momento di rinascita e anche se ci aspetteremmo un tempo più clemente e meno ballerino, devo ammettere che la pioggia d'aprile ha un fascino incredibile.  Fino a qualche anno fa avevo il mio sottofondo musicale ad hoc per la pioggia di primavera, ora invece c'è

Continue Reading

È Pasqua!

È  Pasqua!

La giornata è di quelle che promettono bene, nell'aria fresca del primo mattino il sole si stiracchia pian piano dalla sua coperta striata di nuvole ritirandola dal cielo per gettare i suoi caldi raggi sui campi e sui muri delle case. La cucina è silenziosa e la finestra aperta, solo il borbottio della caffettiera e l'aroma di caffè che si mischia con quello dello stallatico con l'aria frizzante di primavera che abbraccia le mie caviglie scoperte da un pigiama diventato ormai troppo corto. Poi l'eco di un muggito in lontananza, il solito saluto che accompagna tutti i miei risvegli, è diventato un rito

Continue Reading

L’ultima sera di marzo

L’ultima sera di marzo

Le sere di marzo nascono così, nel freddo e nell'oscurità invernale, per poi schiudersi giorno dopo giorno nel tiepido e timido abbraccio primaverile, come un fiore che aspetta di aprirsi al primo sole. Le sere a marzo passano via veloci e cambiano a poco a poco, in maniera quasi impercettibile, ma quando infine arrivi all'ultimo giorno, ti sembra cambiato il mondo da quella prima sera in cui magari c'era ancora il camino acceso e i caloriferi caldi. Ora invece, dopo trentun giorni, la primavera si è imposta e ha spazzato via tutto quello che poteva ricordare la vecchia stagione, con la sua

Continue Reading