Buone abitudini

Tag:, , ,

Buone abitudini

Buone abitudini

A quanto pare ci siamo, questa sarà l’ultima domenica di mezza clausura: da domani porte aperte alle sante messe, negozi e finalmente parrucchieri! Certo, la strada verso la normalità è ancora lunga e gli ostacoli potrebbero ancora presentarsi, ma questo è un passo importante, quello che aspettavamo da oltre due mesi. Già,  questi mesi passati in quarantena hanno cambiato le nostre abitudini e devo ammettere che alcune mi mancheranno un po’.. I social invasi da immagini di pani, pizze e torte rigorosamente home made, lunghe dissertazioni sull’alveolatura dei lievitati..e le meravigliose ricette per supplire alla mancanza dell’introvabile lievito, diventato più

Continue Reading

A ciascuno il suo drago

A ciascuno il suo drago

A quanto dice la tradizione cristiana San Giorgio era un tipo tosto, che non le mandava a dire e menava pure le mani a suon di lancia scagliata contro idoli e sacerdoti pagani. Insomma non era proprio il prototipo del politically correct tanto in voga oggi. Forse sarà per questo che le cose nel tempo sono virate un po’ facendolo diventare un biondo cavaliere boccoloso, armato di scudo e spada, che ammazza il drago che tormentava da tempo la città e libera la bella fanciulla prigioniera, come nella migliore scuola del filone fantasy. Grazie al cielo oggi i nodi stanno

Continue Reading

No lievit, no panic!

No lievit, no panic!

Una cosa è  sicura: questo periodo di forzata quarantena fra mura più o meno domestiche verrà ricordato anche per il ritorno alla centralità del focolare. Tutti si cimentano e soprattutto vanno orgogliosi dei loro capolavori e devo ammettere che è una bellezza vedere i social pieni zeppi di pagnotte e torte che spuntano qua e là nelle ore più disparate del giorno e della notte. Ma..c’è un però.. perché tutto questo impastare ed infornare pare abbia causato un’impennata di acquisti di lievito, tanto da causare problemi di approvvigionamento: lievito di birra = non pervenuto. Ma l’ingegno umano non si è

Continue Reading

Aria di speranza..

Aria di speranza..

Continue Reading

Una dispensa colma di fagioli

Una dispensa colma di fagioli

Alzi la mano chi un mese fa, quando la zona rossa di Lombardia era circoscritta al solo lodigiano, non ha pensato ad un’imminente serrata totale e si è immediatamente precipitato ad assaltare i moderni forni, riportando alla memoria mirabili pagine manzoniane sepolte dai tempi polverosi del liceo.

Continue Reading

Forte come un papà

Forte come un papà

Tanto tempo fa ci fu un virus molto cattivo che un bel giorno si mise in testa una corona e decise che da quel momento lui sarebbe stato il re del mondo. Sì rivelò da subito un sovrano molto crudele, si nascondeva fra i baci e gli abbracci, minacciando di togliere il respiro a tutti i malcapitati, che a quel punto erano costretti a stare chiusi in casa. Tutti avevano paura, chiusero le scuole e i negozi, la tristezza ammantava gli animi e nemmeno una primavera più splendida che mai riusciva a far sorridere le persone. Ci fu un papà

Continue Reading

Prendersi cura

Prendersi cura

Bastare a sé stessi non fa parte della natura degli esseri umani, ne sono convinta, soprattutto in questi giorni in cui dalle mie parti la psicosi collettiva è stata palpabile. Qualcuno parla di istinto primario, io invece penso che cercare l’altro sia una questione di bisogno primario di amare, di prenderci cura di qualcuno. Perché? Perché forse il genere umano non è così schifoso come tante teorie imperanti in questo periodo storico vogliono invece farci credere. Siamo esseri che amano, perché solo così ci si sentiamo vivi, solo così abbiamo certezza che il nostro viaggio su questa terra può avere

Continue Reading

Un libro pieno di “Grazie!”

Un libro pieno di “Grazie!”

In questi giorni di festa ne ho letti molti sui social di bilanci dell’anno passato e di propositi per quello che abbiamo iniziato a percorrere, fatti da amici, conoscenti e personaggi più o meno famosi. Mi sono accorta allora di non gradire affatto i bilanci e quindi non ne ho fatti e non ne farò, perché immancabilmente mi danno un senso di frustrazione e di rabbia per ciò che potevo fare e invece non ho fatto. Poi arriva il tempo dei propositi e magari dei sogni..e immancabilmente ci pensa il solito qualcuno che ce l’ha fatta a realizzare tutti i

Continue Reading

Aria di Natale

Aria di Natale

Ci siamo quasi, solo una manciata di giorni ci separa dal Natale, il corso che percorro tutti i giorni è una festa per gli occhi con le ghirlande luminose e il grande albero scintillante a lato della piazza. La casa è pronta da più di un mese ormai e la statuina di Gesù bambino è quasi stanca di starsene lassù in un angolino della libreria, ha voglia di occupare il posto che le spetta al centro della capanna di legno fra Maria e Giuseppe. Nell’attesa la cosa migliore è godersi questi giorni di quasi festa, frenetici, ma belli. Mi piace

Continue Reading

Dicembre e la sindrome di Pollyanna

Dicembre e la sindrome di Pollyanna

Dicembre è iniziato e i giorni scivoleranno via veloci come una slitta su una discesa innevata. E allora come fare a trattenere questa straripante voglia di essere felici e di far festa anche per tutto l’anno? Non lo so, non posso mica sapere sempre tutto,no?😉 Comunque, se vuoi un consiglio da una che a 44 anni non esce mai di casa senza una buona dose di allegria e gaiezza, ecco qua: la sindrome di Pollyanna può fare al caso tuo. Se non mai mai letto il libro o nemmeno visto il film, allora ti basteranno due frasi: la prima è

Continue Reading

Il magico potere della burrata

Il magico potere della burrata

Si dice che non esista dispiacere che non possa essere annegato nell’alcol, e forse è vero.. però mi preme aggiungere e sottolineare che questo non è l’unico rimedio al dolore. Ne esiste un altro in cui infilare i propri pensieri, soprattutto quelli più neri e cupi, che come per magia ne usciranno candidi come la neve non ancora calpestata: questa panacea si chiama Burrata! L’ho scoperta ed apprezzata quest’estate, aggiungendola a crudo sulla pasta rossa di pomodori caldi di sole. Quando la forchetta porta alla bocca questa meraviglia, sembra quasi di annegare nella morbida voluttuosita’ della burrata oppure della sua

Continue Reading

Pane e neve

Pane e neve

Scende e lo capisci, perché  la senti già da sotto le coperte ancor prima di aprire le finestre e  di intravederla nella rosea oscurità dell'alba: la neve c'è e non è vero che è silenziosa, tutt'altro! L'unica cosa è che il suo suono ha una frequenza debole, sommessa e si rivela solo agli orecchi più attenti, che non si lasciano distrarre da quella campana che ovatta tutto quello che c'è attorno come in una gigantesca boule de neige. Pezzi strappati di una grossa matassa di zucchero filato che trova il suo equilibrio su un esile stelo di legno, ma che hanno

Continue Reading

Ricordi d’autunno

Ricordi d’autunno

Si dice che la stagione in cui si nasce ci leghi per tutta la vita indissolubilmente ad essa, si crea un legame viscerale, quasi materno ad un aspetto della natura che caratterizza sensibilmente il nostro essere. Per me è di sicuro così,  non ci sono dubbi a riguardo. Ho visto la luce in una sera di inizio autunno in un'epoca in cui alle 21.50 di un martedì di metà di ottobre i termosifoni caldi accompagnavano gli ultimi scampoli della prima serata televisiva, mentre i bambini dormivano nei loro lettini avvolti in calde coperte di lana. Le foglie sugli alberi cadevano colorando il grigio asfalto

Continue Reading

Nuova vita alle uova di Pasqua

Nuova vita alle uova di Pasqua

Gli avanzi dell'uovo di Pasqua, un sacchetto di mix di frutta disidratata e un pugno di cereali soffiati, unisci un sottofondo musicale adeguato et voilà, ecco che nella cucina si materializza una piccola cioccolateria casalinga. Cioccolatini dalla forma irregolare, spezzettati grossolanamente, che hanno dato una nuova vita a quei tristi pezzetti di cioccolato sparsi qua e là nei vari cassetti della dispensa: uno per accontentare i bambini e l'altro dal gusto decisamente più adulto, con il cioccolato fondente ed i cranberries disidrati. A detta delle mie nipoti, che li hanno assaggiati, questi cioccolatini sono proprio come quelli che compri al supermercato, quelli, per

Continue Reading

Le pizzette di sfoglia

Le pizzette di sfoglia

Confesso di aver comprato parecchie riviste di cucina solo perché in copertina o fra i titoli c'era una speciale ricetta che garantiva pizzette, salatini e appetizer perfetti, perché -diciamocelo😉- chi può resistere ad un piccolo ed invitante vassoio di caldi stuzzichini appena usciti dal forno, il cui ripieno è custodito in un burroso e fragrante guscio di friabile sfoglia? È così, ogni festa va santificata in spirito e corpo, e quando è comandata, come la Pasqua ormai imminente,  bisogna impegnarsi al meglio, perché la soddisfazione oltre che all'anima arrivi anche allo stomaco! Forse avrà pensato così anche mio marito,  quando l'altro giorno

Continue Reading

Sachertorte: l’occasione della vita

Sachertorte: l’occasione della vita

Quando arriva arriva..destino o semplice coincidenza, ma una cosa è certa: l'occasione della vita te la giochi con le carte che hai, ma magari la vinci solo grazie ad una buona dose di sfacciataggine e di incoscienza calate sul tavolo da gioco al momento giusto.  Non so se quel giorno del 1832 la pensasse così anche un giovane panettiere sedicenne, quando gli fu affidata la creazione di un dolce speciale per un ospite della massima importanza. E il capo pasticcere? Malato. E tutti gli altri aiuto pasticceri? Boh, nessuno lo sa,  ma se il tuo datore di lavoro si chiama

Continue Reading

Il punto vernale, lievito, sale e un po’di cannella..

Il punto vernale, lievito, sale e un po’di cannella..

La primavera è ufficialmente iniziata anche sul calendario, esattamente lunedì 20 marzo, e io penso di aver varcato la soglia della bella stagione proprio sulla porta dell'orto di casa. Più tecnicamente, mentre la linea immaginaria dell'equatore celeste incrociava la costellazione dell'ariete, passando il cosiddetto punto vernale che determina l'inizio astrale della primavera, io giocavo con mio figlio ad entrare e uscire dal piccolo cancello che delimita il giardino dallo spazio dedicato a frutta e verdura. La porta cigola e sbatte più volte, e più è forte, più Francesco si sbellica dalle risate e avremo passato così circa un quarto d'ora per

Continue Reading

A Carnevale..ogni fritto vale!

A Carnevale..ogni fritto vale!

Chissà perché mi immagino sempre un sacco di sole quando il calendario segna il Carnevale nel mese di marzo e figuriamoci poi la Pasqua alla metà di aprile, in cui vedo già stormi di tinte pastello e tessuti svolazzanti tornare alle nostre latitudini per prendere il loro posto in ogni armadio, cacciando maglie e cappotti in un limbo che si vorrebbe senza ritorno. È così,  mi lascio prendere dalla frenesia e dalla scossa di adrenalina che mi dà sempre il primo tiepido sole marzolino,  incurante della doppia anima di questo mese a cui riesco a perdonare anche il vento e la pioggia di questi due

Continue Reading

Febbraio di profumi, esperimenti e..disastri!

Febbraio di profumi, esperimenti e..disastri!

Febbraio è iniziato, mettendo subito in chiaro fin dal primo giorno  che l'aria era cambiata, quasi a dire, con quella pioggia benedetta tanto attesa da oltre due mesi, che non ce n'era davvero più per gennaio e le sue gelate. È  arrivato il mese più corto dei dodici, ma che è un vero concentrato di emozioni con  un profumo, talmente forte e penetrante,  che non si può fingere di non sentire.  Ognuno ci può cogliere le note che vuole, tante ce ne sono, e costruirsi una fragranza personale, magari non proprio Chanel,  ma pur sempre unica, come la mia. Il mio febbraio ha la nota di

Continue Reading

It’s Christmas time !

It’s Christmas time !

Il profumo di cannella che dal forno riempie tutta la casa ne è un chiaro segnale, poi l'albero, il presepe e tutte quelle decorazioni che da undici lunghi mesi non vedevano l'ora di uscire dai loro scatoloni e di stiracchiarsi un po' prima di fare bella mostra di sé in ogni angolo della casa; poi le vetrine dei negozi vestite a festa, le città  che si accendono di archi stellati a cui nemmeno il più piccolo e riottoso dei viottoli può sfuggire, e poi giusto ieri un gigantesco abete alto 25 metri è arrivato in piazza San Pietro direttamente dal Trentino. Davvero ci può essere qualcuno che

Continue Reading